Sito ufficiale Pallacanestro Crema

Vai ai contenuti

Menu principale:

#NOVIOLENZACONTROLEDONNE
Manca solo una settimana all’inizio del campionato di Basket 2016/2017e la Pallacanestro Crema è pronta per presentarsi alla propria città ed ai propri tifosi. Ed è una Pallacanestro Crema totalmente rinnovata quella che è apparsa sulle assi del Teatro San Domenico davanti ad una platea tinta di rosa: nuovo presidente Simone Donarini, nuovo sponsor, nuove maglie e nuovi giocatori. “Abbiamo rinunciato al main sponsor. Una scelta non facile” le parole del presidente Donarini. Una scelta difficile, via lo storico marchio, quest’anno al centro delle maglie campeggerà una scritta forte, ma portatrice di un messaggio sano e positivo soprattutto per le nuove generazioni che stanno crescendo assuefatte a questa ondata di violenza: #NOVIOLENZACONTROLEDONNE. Nessuna squadra di nessuno sport aveva mai fatto questo. Ideatrice di questo progetto è la vulcanica Lorenza Branchi “La violenza si combatte partendo dalla consapevolezza in noi, ma anche partendo dall’uomo” le sue parole nella notte Cremasca tinta di rosa. Ma il messaggio non si limiterà ad una semplice scritta sulla maglia: per ogni canestro che i leoni cremaschi realizzeranno, la squadra devolverà 10 € a sostegno delle attività portate avanti dalla rete Con-Tatto. Accanto a lei, sul palco, una ospite d’eccezione: Valeria Benatti, scrittrice ed inconfondibile voce di RTL 102.5, presente per presentare il suo libro “Gocce di veleno”, diario di una donna libera, autonoma, colta e determinata, vittima di un uomo narciso e manipolatore che la ferisce nel corpo e nell’anima. Nuove anche le maglie: vista la caratura del messaggio di cui per tutta la stagione i leoni saranno portatori, la società ha deciso di accantonare gli storici colori bianco e rosso per tingersi di rosa. La casacca ufficiale sarà completamente rosa con fasce laterali nere, mentre la maglia da trasferta sarà nera con fasce laterali rosa. Via anche gli sponsor “secondari”. Al centro della maglia campeggerà il logo realizzato dall’ “Architetto della notte” Beppe Riboli: un cuore con le righe del pallone da basket e la scritta #NOVIOLENZACONTROLEDONNE. Nuovi giocatori: accanto al grosso della squadra che lo scorso anno è approda ai play off, ci saranno nuovi innesti giovani, capaci e determinati, che, capitanati da capitan Pietro Del Sorbo, tenteranno di riacciuffare ancora una volta la salvezza e perché no, ancora i play off. La prima sfida vedrà la Pallacanestro Crema sul difficile campo della Baltur Cento. Signori, su il sipario. Il campionato ha inizio.
Alessandro Petronio ultimo arrivo alla Pallacanestro Crema
19 SET 16 - Peserà sulle spalle di Alessandro Petronio, atletica ala classe 1994 lo scorso anno a Verona in Legadue, la responsabilità di sostituire Ibra Cisse' nelle file della Pallacanestro Crema. La settimana di allenamenti a Crema, con la buona prestazione nel test amichevole contro l'Urania Milano, ha convinto la dirigenza dei leoni biancorossi ad avvalersi delle prestazioni del prodotto del vivaio di Casale Monferrato, poi passato a Venezia. Figlio d'arte (il padre Gianluca è stato direttore sportivo a Casale Monferrato, Jesi e Verona, oltre che viceallenatore a Jesi), è prossimo alla laurea in scienze motorie. Appassionato di basket 3 contro 3, vanta due convocazioni nella nazionale sperimentale. La soddisfazione di Alessandro nelle sue prime parole da leone biancorosso: "E'  da quando sono bambino che sogno di vivere giocando a basket, sto vivendo il mio sogno e non potrei desiderare una vita diversa! I n questa stagione mi voglio mettere a disposizione di coach e compagni per aiutare la squadra a raggiungere l'obbiettivo prefissato. Personalmente sono felice di essere a Crema perché penso sia un'ottima occasione di crescita, sia dal punto di vista cestistico che da quello umano. Non conoscevo prima nessuno dei miei compagni, però il gruppo è davvero super, lo spogliatoio mi ha accolto alla grandissima, sono stati molto aperti e disponibili nei miei confronti.  Stessa cosa vale per lo staff tecnico, che mi ha permesso fin dal primo giorno di allenarmi in modo professionale e farmi sentire a mio agio fuori dal campo. L'ambiente mi è sembrato molto positivo, in campo c'è il giusto mix di simpatia e serietà, allenarsi è davvero piacevole e questa è una cosa che secondo me è fondamentale per crescere tutti insieme. Ho avuto modo di girare il centro di Crema in questi giorni, l'ho trovato molto bello e vivace. Penso che sia una città a dimensione d'uomo,  dove c'è tutto ciò di cui un giovane ha bisogno. Tutte le persone che ho incontrato si sono rivelate aperte e molto socievoli, sono sicuro che la mia permanenza a Crema sarà molto positiva."

Marco Cattaneo

Programma allenamenti giovanili

 

 
News
 
Torna ai contenuti | Torna al menu